Mariottini è stato talmente citato da questo blog che bisognerebbe dargli i diritti. In effetti, senza esistere, Francesco è stato al centro di tantissime polemiche, nessuna delle quali da lui stesso stimolata, peraltro. Cassandra se ne innamora nei primi mesi e tra i due nasce una complicità, che, a quanto pare, è rimasta neutrissima. Intanto, si innamora di lui anche un attore, del quale non si dirà mai abbastanza bene, Sebastiano Formica. Il ragazzo si incarta talmente che la questione viene a galla, rimane insabbiata, finisce come tante volte in “Amici” con una eliminazione che è davvero poco chiara.

Francesco, del resto, è tra i pochi di quest’anno tra i ragazzi di “Amici” ad avere una carriera pregressa: è già un ballerino quasi professionista, anche se la Celentano indulge nell’enucleare i suoi difetti (forse perché le piace di meno di qualcuno della scorsa edizione?), Garrison e Steve lo torturano con crudele acrimonia, la Paparo lo uccide in quattro e quattr’otto, col suo finto pietismo (“quando balla, mi fa proprio tanta tenerezza”, come dire: è batuffoloso, ma non è un ballerino).

 

 

Povero Francesco. Lui non s’è andato a cercare niente, almeno a prima vista. Era entrato quatto quatto, mica a spron battuto, dandosi le arie della prima donna, come avrebbe potuto. Sicuramente, non è andato a stanare Cassandra (forse più probabilmente Sebastiano): quella s’è presa di lui, mica è successo il contrario. E’ vero che sulla rete c’era già pronto il suo sito ufficiale, che è stato affidato al fratello, visto che per regolamento nessun ragazzo di “Amici” potrebbe postare niente sulla rete né tantomeno farsi pubblicità a quel modo.

Però, di certo Mariottini non ha chiesto di essere il capro espiatorio della lunga polemica tra l’idea di ballo della Celentano e quella di Garrison. Poi, che Garrison ci resti male se qualcuno glielo fa notare, non è un problema. Garrison resterebbe male anche se nessuno glielo facesse notare. Se Francesco, poi, s’è trovato in quelle panie e s’è difeso per evitare l’impallinamento, insomma… ha fatto solo il minimo indispensabile, giusto per salvarsi.

Una sola volta ha attaccato, e in modo scomposto. Sicuro di sé fino al midollo, tranquillo nello scontro interno con Gennaro, che tutti detestavano, o in quello con la Fuccillo, che sapeva di poter battere facilmente, come gli è successo quando Susy ha ballato meglio, Mariottini ha temuto solo Giulia, più per le sue qualità oratorie che per quelle di ballerina.

Giulia poteva inchiodarlo alle sue responsabilità e distruggerlo, se non fosse uscita anzi tempo, per un errore dei professori di danza. Francesco se ne è avvisto ed ha attaccato frontalmente, con una certa cattiveria, mostrando di sé un volto diverso, più da arrivista, più da calcolatore, meno da ragazzo tutto-casa-e-chiesa, oltre che magari sauna.

Chi sia Francesco, è un mistero, in effetti. Quella faccia da bravo ragazzo, che piace tanto alle fanciulle, quel fisico scolpito da anni di duro lavoro, questo più appetito dai “fanciulli”, quasi quasi stonano l’uno accanto all’altro: c’è più angelo o diavolo in Mariottini? più serenità austera o sensualità famelica?

Forse bisognerebbe chiedere a chi lo conosce davvero, forse a quell’amico con cui è ritratto in alcune famose fotografie uscite ad arte poco prima o poco dopo la sua partecipazione ad “Amici”.

Certo, però, se vuole avere una chance di farcela mercoledì prossimo, Mariottini deve tirare fuori la sua mascolinità tanto elusa e omessa, come ha fatto raramente ad “Amici”.

 

Advertisements