Un giorno, purtroppo, “Uomini e donne” perderà la partecipazione del Galella. Sarà un giorno triste, un po’ per tutti, ma specialmente per questo blog, che perderà una fonte di ispirazione sicura. Basta, infatti, guardare una puntata qualunque dove il lelemoriano Christian mostra la sua possente figura per avere argomenti per non diremo uno o due post, ma per una decina, un centinaio.

Oggi, ad esempio, Chris-stoccafisso Galella s’è detto incapricciato di una vocalist. Incredible! (scusate l’inglese, ma, siccome le coriste ora si fan chiamare vocalist, e poi magari neppure sanno cantare, d’ora in avanti decido che sarò un blogger, e magari mi tradurrò i post in English, Français e Deutsch, giusto perché tutto il mondo deve conoscere le gesta del mio eroe personale).

Questa meravigliosa donna, della quale neppure sotto tortura farò il nome, pur di apparire, ha cercato di far girare la testa a Federico e poi, vedendo che quello era fin troppo serio, è passata al Galella, del quale non ha nessuna paura, visto che lui no, non è proprio interessato – anzi, ha in se stesso, sembrerebbe, un sacro disgusto per il mondo femminino.

Un interessante connubio, questo fra la vocalist interessata ad apparire e il Galella interessato alle serate (oggi, tra l’altro, evocate nonostante l’anatema della De Filippi). Un matrimonio quasi preannunciato. Da una parte, al Galella serve avere lei come corteggiatrice giusto per dimostrare d’essere più figo di Federico (vedi che te l’ho fregata? non vedi che sono più fascinoso?); dall’altra, la vocalist, che se dovesse contare solo sulla sua voce sarebbe scomparsa tra tanti space più interessanti del suo, ha bisogno di farsi vedere – chissà mai che qualcuno non decida di farne un’altra Giusy Ferreri, o almeno una velina stagionata?

E il risultato qual è? Momenti indimenticabili, con lui che la cerca “fisicamente”, perché intanto sa che lei non può neppure prenderlo per mano (altrimenti, i suoi giochini da vergine dalla presunta bella voce finirebbero nel giro di un nanosecondo – e non stiamo alludendo al Galellino…) e con lei che, ritrosa in modo imbarazzante e imbarazzato, si definisce almeno tre o quattro volte “timida” e “diffidente”.

Tra parentesi, la vocalist è talmente “timida” da posare mezza nuda sul suo blog… ma, qualcuno dirà, sono solo quisquilie. In effetti, sono quisquilie se si paragonano alle moine false e alle faccette finte che i due si regalano e ci regalano: sembra d’essere in un teatro di quart’ordine, o nella famigerata telenovela piemontese, dove gli attori erano presi dalla strada e avevano almeno il pregio della loro sincerità, anche se la loro recitazione era di un livello tremendamente atroce.

Qui, lontani anni-luce dall’Actor’s Studio, i due protagonisti, che già si sono intesi con un battito di ciglia (più folte e rimmellate quelle del Galella, comunque), han capito che possono giocare per mesi su questo loro prendersi e lasciarsi, su questo insistito e inesistente rapporto senza capo né coda. Christian ha trovato qualcuna che è più costruita e rifatta di lui e forse, per un qualche motivo non ben comprensibile, ne è quasi quasi attratto, come se si guardasse nello specchio, trovando un altro sé forse perfino più ambizioso. Lei, invece, giunta sul palco televisivo con un’idea ben specifica in testa, non potendo trovare spazio in un X-Factor qualsiasi, lo osserva e sa che non avrà nulla da temere e che la sua ambizione potrà essere soddisfatta, anche domani stesso.

Chi potrebbe negare loro, infatti, qualche serata in discoteca? Uno strapuntino a Buona Domenica? Un’ospitata tra vent’anni ad una nuova edizione di Meteore?

Annunci