Alessandra Amoroso-Marco Carta, La mia storia con te: la canzone non fa impazzire in generale, ma la loro interpretazione insieme è abbastanza persuasiva, anche se l’intesa era da cercare un po’ di più. Marco ha un timbro troppo speziato per adattarsi a quello di Alessandra. Diversamente sarebbe andato se a cantare con lei fosse stato altri. D’altra parte, sempre Sardegna è. Voto: 7

Valerio Scanu-Pierdavide Carone, Basta così: credevo che al ripescaggio ci fosse Valerio, ma in pratica non s’è sentito, a parte l’incipit. Ha senso un trattamento del genere? Capisco il duetto, ma qui c’era una sola voce a cantare. Valerio s’è tenuta la frase più significativa: “Me ne vado stasera”. Probabilmente ha voluto essere profetico. D’altra parte, non è mai stato così preciso Pierdavide nel cantare questo pezzo. Certo, con Valerio accanto, è tutto più semplice. Voto: 7

Antonino Spadaccino-Emma Marrone, Non è l’inferno: senza infamia né lode. Emma grida al solito, Antonino più contenuto, ma l’esito, anche per il taglio, non è così fantastico. Musica da sentire mentre ci si depila. O al massimo quando ci si rade la barba. Voto: 6